Tech & InnovationTop News

Facebook vuole la felicità dei suoi utenti (davvero?) e cambia ancora il news feed

facebook news feed felicità

Facebook cambia ancora il news feed e lo fa per la “felicità” dei suoi utenti. Il social network numero uno al mondo annuncia infatti un nuovo cambiamento nella sezione Notizie, che rivoluzionerà per certi versi la modalità in cui le persone vedranno l’ordine di post, foto e video. Per rendere ancora più personale e intima l’esperienza all’interno di Facebook, il CEO Mark Zuckerberg ha fatto modificare l’algoritmo in modo tale che siano privilegiate le pubblicazioni amici e familiari. La novità sarà introdotta gradualmente in tutto il mondo, nell’arco delle prossime settimane.

Insomma, è un periodo di importanti cambiamenti per il social network di Palo Alto, che nei mesi scorsi aveva già testato un nuovo news feed che separa i contenuti delle pagine da quelli dei profili degli utenti, creando una nuova e apposita sezione. Un test che ha portato a ridurre per l’ennesima volta la portata delle pagine, con una mini rivolta da parte degli editori che hanno visto così ridursi il traffico social. La soluzione adottata in queste ore, invece, rappresenta una sorta di compromesso, che non dovrebbe penalizzare troppo le pagine (i contenuti continueranno a comparire nel newsfeed se otterranno molti mi piace, condivisioni e commenti).

Zuckerberg vuole davvero la felicità degli utenti?

Ad annunciare il cambiamento, è stato Mark Zuckerberg in persona, che solitamente mette il suo faccione in bella vista quando bollono in pentola novità succose. Non è un caso, dunque, che quello in atto sia il più importante cambiamento degli ultimi anni relativamente al news feed. Fotoritocchi, meme, video e altri contenuti realizzati appositamente per creare interazione in maniera artefatta, saranno dunque penalizzati nelle prossime settimane, per dare più spazio alle foto, ai post personali e alle clip di amici o familiari che magari chiedono aiuto tramite un determinato post.

APPROFONDIMENTI  La guerra dei vaccini: le posizioni di pro-vax, anti-vax... e chi sta in mezzo

“Sentiamo la responsabilità di assicurarci che i nostri servizi non siano solo divertenti da usare, ma che siano anche una cosa buona per il benessere delle persone”, ha detto Zuckerberg presentando la novità. Insomma, sembra proprio che il CEO di Facebook abbia davvero a cuore la felicità e la “salute mentale” dei propri iscritti. Eppure, secondo qualche malpensante, si tratterebbe solo di un modo per profilare meglio i singoli utenti e “targettizzare” in maniera ancora più precisa le pubblicità da veicolare tramite le pagine del social network. Uno dei risultati immediati, comunque, dovrebbe essere una riduzione della durata delle sessioni, visto che i contenuti più virali delle pagine sono i video e aver deciso di renderli meno evidenti, è una chiara scelta di indirizzo.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *