Tech & InnovationTop News

La nuova sfida di Sky: spostare tutto dal satellite ad Internet

Sky online

L’antenna parabolica non sarà più un requisito fondamentale per sottoscrivere un abbonamento a Sky, l’emittente satellitare di proprietà di Rupert Murdoch. Secondo quanto rivelato dalla BBC, infatti, dal documento relativo all’ultimo trimestre Sky, emerge infatti che il colosso mondiale dell’intrattenimento abbia deciso di dare l’assalto definitivo ad Internet. Nulla a che vedere con i già esistenti servizi Sky Go e Now TV, servizi parziali o estensione di un abbonamento sottoscritto comunque per la visione via TV tradizionale. Non si conoscono ancora i dettagli della nuova proposta, ma pare che la nuova offerta di Sky consentirà di vedere direttamente tramite Internet tutti, ma proprio tutti i canali presenti sul satellite.

Insomma, chi si abbonerà o anche chi abbonato lo è già, potrà scegliere tramite quale piattaforma fruire dei contenuti della TV di Murdoch. Non sarà dunque un ampliamento di Now TV, come qualcuno ha potuto pensare inizialmente, bensì un servizio ex novo e che potrà sostituirsi completamente all’attuale offerta satellitare. La decisione sarebbe stata presa per offrire al proprio bacino di utena una seconda opportunità, considerato anche che nell’ultimo trimestre, complice anche il passaggio alla fatturazione a 4 settimane (anziché mensile) ha portato alla disdetta di ben 15.000 abbonamenti.

Chi dispone di una connessione particolarmente veloce, ma non di un’antenna parabolica, oggi ha come unica alternativa l’utilizzo del servizio Now TV, che è però limitato rispetto all’offerta satellitare classica di Sky: pochi canali live, ma buon bouquet on demand. La nuova iniziativa, invece, sarà una trasposizione totale degli attuali pacchetti dal satellite alla Rete, con tutti i benefici che ne conseguono e senza perdere la compatibilità col decoder My Sky. I costi degli abbonamenti, secondo le prime indiscrezioni, dovrebbero rimanere identici, ma comunque per gli utenti ci sarà una soluzione in più. Una mossa con la quale, probabilmente, Murdoch punta anche a contrastare la crescita esponenziale di piattaforme di infotainment con Netflix e compagnia.

APPROFONDIMENTI  Economia, qualche piccolo segnale di miglioramento

Sky Online: l’Italia in prima fila

L’Italia, è questa la notizia forse più importante, sarà il primo mercato che potrà approfittare della nuova offerta di Sky, addirittura già dalle prossime settimane. Con il passare dei mesi, poi, si dovrebbero aggiungere a ruota altri Paesi, a partire dall’Austria, mentre per la Gran Bretagna si parla di un’attesa fino al 2019. Non si conoscono ancora i requisiti tecnici per accedere all’offerta, ma stando alle indiscrezioni fin qui trapelate in Rete, il nuovo Sky Online sarebbe riservato a chi dispone di una connessione FTTC o FTTH.

TagsSky

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.